Le brevi di Valerio/133: Il vanto e la gallanza

Autore Giuseppina Pieragostini
Titolo Il vanto e la gallanza
Editore Pentàgora
Anno 2016

Campagne del piceno. Il secondo dopoguerra (e anche prima). Si può vivere senza libri ma non senza il racconto. La narrazione è una componente vitale di ogni relazione umana, personale e sociale, scritta e orale, concentrata e diffusa, più o meno integrata da altri sensi e comportamenti. La psicologa Giuseppina Pieragostini ci consegna un delizioso volume di narrativa, di linguistica, di antropologia. Il vanto e la gallanza (la seconda indica la superbia del gallo nel pollaio) è costituito da 22 interessanti brevi capitoli tripartiti: i personaggi di una storia agricola affrescati col dialetto, la spiegazione delle espressioni dialettali, gli spunti culturali per avere una griglia sociale e il contesto critico durante la lettura. Certo, c’è una collocazione specifica nello spazio e nel tempo, che comunque non inficia un valore esplicativo generale per comprendere l’essere contadini, ovunque nei secoli. E quanto di ben contadino c’è in ognuno di noi.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Salva

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.