La Debicke e… La ragazza scomparsa

La ragazza scomparsa
di Angela Marsons
Newton Compton, 2017

Dopo Urla nel silenzio e Il gioco del male, romanzi di successo internazionale di Angela Marsons, arriva in libreria il terzo capitolo della serie che ha per protagonista il sergente detective inglese Kim Stone, donna tutta d’un pezzo, appassionata di moto, dura con se stessa, asociale al punto di sembrare priva di sentimenti, ma ottimo elemento sotto il profilo lavorativo, anche se spesso si muove fuori dagli schemi. Conosciamo già gli scheletri nell’armadio di Kim Stone: il passato da incubo con la spaventosa morte per inedia, a sei anni, del gemello, provocata dalla madre schizofrenica, una morte che le ha provocato la sindrome del sopravvissuto. Anche i successivi affidamenti a diverse famiglie, spesso poco felici, le hanno “regalato” una generale sfiducia nelle persone, ma è riuscita lo stesso a diventare un buon ispettore , un poliziotto che crede nel suo lavoro.
Kim Stone opera nella Black Country, l’area delle Midlands Occidentali inglesi che comprende la parte nord-ovest di Birmingham e la parte sud-est di Wolverhampton. Ogni volta si butta a capofitto nelle indagini e pretende il massimo da se stessa e dalla squadra che l’adora, la segue e le permette di arroccarsi sulle sue posizioni. L’unica persona a cui permette di avvicinarsi è il suo vice e collega Bryant, mentre la sua corazza è stata scalfita solo da un cane, Barney, un collie complessato. Si sono reciprocamente adottati e ormai divide casa e vita con lui.
In La ragazza scomparsa (ma sarebbe stato più giusto Le ragazze scomparse), il caso che Kim dovrà affrontare, e che potrebbe essere decisivo per la sua carriera, sembra un rebus irrisolvibile. Charlie e Amy, due amichette per la pelle di soli nove anni, sono sparite all’uscita dalla piscina. La madre di Charlie doveva andare a prenderle, ma la sua macchina è stata sabotata e contemporaneamente un messaggio sui cellulari delle famiglie, molto legate tra loro, conferma la peggiore ipotesi: le bambine sono state rapite. È l’inizio di un incubo. Kim mischia la sua vita privata al lavoro e, incurante delle regole, si butta a corpo morto nei casi che le vengono affidati. In più stavolta sa che due bambine stanno rischiando la vita. L’anno prima infatti c’è stato in zona un sequestro con modalità molto simili. Allora solo una della due bambine era stata liberata e i rapitori l’avevano fatta franca. L’ispettore Stone sceglie il silenzio stampa e si arrocca con la sua squadra nella sontuosa villa di Robert e Karen Timmings, genitori di Charlie, dove si sono trasferiti anche Steven ed Elisabeth Hanson, padre e madre di Amy. Il giorno dopo arriva un secondo messaggio, ancora più mostruoso. E in seguito i malviventi minacciano di uccidere una delle due bambine: con un crudele gioco che mette in gara i rispettivi genitori per il riscatto, riescono a mettere le famiglie l’una contro l’altra. Senza contare che nella vita delle due famiglie si celano alcuni segreti. Il tempo scorre inesorabilmente, bisogna azzeccare subito la pista giusta perché Kim Stone ha la certezza che i rapitori stanno per trasformarsi in spietati assassini. E lei, che vorrebbe sempre proteggere tutti, anche stavolta dimentica di proteggere se stessa e rischia di persona.
Angela Marsons coinvolge il lettore con grande abilità, capitolo dopo capitolo. Descrive e racconta minuziosamente le indagini, le sensazioni e le idee della sua protagonista che cresce e in un certo senso cambia e migliora a ogni nuova avventura, pur conservando le sue peculiarità caratteriali. La storia è tosta, amara e spietata. La componente psicologica della trama, ben architettata, contribuisce ad aumentare la suspense e il ritmo, sempre veloce e incalzante, regala una serie di colpi di scena, fino all’ultima pagina.

Angela Marsons ha esordito nel thriller con Urla nel silenzio, bestseller internazionale ai primi posti delle classifiche anche in Italia. La serie di libri che vede protagonista la detective Kim Stone prosegue con Il gioco del male e La ragazza scomparsa. Angela vive nella Black Country, in Inghilterra, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. I suoi libri hanno già venduto più di 2 milioni di copie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *