Cattivi maestri (Le brevi di Valerio 165)

Giacomo Panizza
Cattivi maestri
EDB, 2017

Lamezia Terme. 1976-2002. Una parte della Calabria era ed è zona “mafiosa”. Don Giacomo Panizza (Pontoglio, Brescia, 1947) vi arrivò dal Nord nemmeno 30enne prete di frontiera, diede vita a una comunità autogestita con disabili, Progetto Sud. Insieme decisero di gestire un palazzo confiscato e don Giacomo fu testimone di giustizia contro un clan. La ‘ndrangheta, per bocca di capo clan locali, lo condannò a morte; dal 2002 vive sotto protezione. Ha raccontato esperienze e storia in vari volumi. Ora per Centro Editoriale Dehoniano spiega quale è “la sfida educativa alla pedagogia mafiosa”: fare i Cattivi maestri. Le organizzazioni criminali conoscono il territorio, svolgono opera di mediazione sociale mentre accumulano e redistribuiscono ricchezze, esercitano un dominio anche con le armi usando profittevoli cultura e strumenti della società capitalistica. Il bel volume inizia con un “elenco delle cose che mi piacciono del Sud” e ha una toccante prefazione di Fofi.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *