L’errore di Platini (Le brevi di Valerio 162)

Francesco Recami
L’errore di Platini
Sellerio, 2017 (2006)

Viareggio. Anni Ottanta. Platini si fa intercettare una palla e la Juve perde in casa. Gianni Secci, rappresentante di maglierie, fa tredici alla schedina, vincita di 600.000 lire. Lo annuncia subito con entusiasmo alla moglie Sabrina (già Miss Simpatia Domani in una grande discoteca), appena tornata dal Carnevale, coi carri che facevano pure schifo, quella piovosa domenica pomeriggio. Forse non basta a cambiare del tutto vita, forse però sposta più di qualcosa, non si tratta solo di festeggiare. Per capirci l’affitto mensile che pagano ammonta a 350.000 lire. Il fatto è che hanno Marina, una deliziosa brava bella bambina cerebrolesa, immota e silenziosa. La loro vita viene sconvolta dall’evento, ovvero da: L’errore di Platini.
Appare freddo come un bisturi il racconto lungo sul “vuoto” indotto, scritto decenni fa dall’ottimo curato “cattivo” Francesco Recami (Firenze, 1956), pubblicato nel 2006 e ora riedito.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *