Delitto dietro le quinte (Le brevi di Valerio 181)

Jonathan Arpetti e Christina B. Assouad
Delitto dietro le quinte
Fanucci, NeroItaliano, 2017

Macerata. Primi d’agosto, di questi tempi. Gabriella Lattanzi vive con il figlio Christian a Montanello, una piccola mitica contrada collinare sopra la frazione di Villa Potenza. Va a gettare il sacchetto giallo dell’indifferenziata nel grosso bidone metallico della spazzatura e inizia a urlare: dentro c’è il cadavere di una donna strangolata. Indagano il commissario Luca Bonaventura e l’ispettrice Francesca Gentilucci, ben assortiti. La vittima è Chiara Palmucci, 25enne danzatrice di talento a una settimana dal debutto nel Nabucco che deve inaugurare il Macerata Opera Festival.
I due scrittori marchigiani Jonathan Arpetti e Christina B. Assouad narrano in terza varia un Delitto dietro le quinte, classico giallo a enigma scritto con garbo a quattro mani, prendendo spunto da un dramma realmente accaduto: il 4 luglio 2006 un marito separato (direttore artistico dello Sferisterio) tentò di uccidere la ex moglie, lasciandola poi infilata in un sacco nel cassonetto di quel quartiere.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.