Negro. Lettera ad una madre (Le brevi di Valerio 281)

Christian Kuate
Negro. Lettera ad una madre
Lìbrati, 2018 (originale francese Lettre d’un Mbenguiste à sa mère, 2017)
Traduzione di Gerardo Acerenza e Christian Kuate

Camerunensi all’estero. Christian Kuate è nato a Doula nel 1982, nel 2007 è giunto all’Università di Trento, laureandosi in filosofia nel 2015. Fin da piccolo voleva scrivere, ad aprile 2017 ha così fatto uscire questo suo primo bel romanzo in Francia (gran parte dell’Africa è francofona per ragioni coloniali). Ora arriva la traduzione curata da lui stesso e dal docente di lingua francese che ha coinvolto gli studenti frequentanti il proprio corso. Fra il titolo italiano e quello francese c’è una differenza: il termine Mbenguiste indica i camerunensi nel mondo (all’inizio nella sola Francia), non c’è un equivalente, i nostri emigranti furono e sono semplicemente “italiani all’estero” (spesso non più rientrati). Lo spunto è dato da alcune vere emozioni e peripezie dall’autore. La missiva parte dall’avuta notizia della morte del padre, una scintilla inventata, per descrivere l’Italia e l’Europa dal punto di vista di chi viene considerato appunto meramente un “negro”, uno dei tanti.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.