La logica della lampara (Le brevi di Valerio 319)

Cristina Cassar Scalia
La logica della lampara
Einaudi Torino, 2019
Giallo

Catania. Novembre 2018. Il vicequestore Vanina Guarrasi, cresciuta a Palermo, padre trucidato venticinque anni prima da Cosa nostra, viene chiamata da una tipa sicura che sia stata uccisa una ragazza in un villino sul mare. Ci vanno, la casa sembra sprangata ma ci sono tracce di pneumatici; il proprietario è figlio di un potente onorevole, l’affittuaria l’avvocata nubile di 28 anni Lorenza Iannino. Arriva un’altra telefonata, il cadavere sarebbe stato messo in una valigia e buttato sulla scogliera. Da una barca con la lampara due simpatici pescatori avevano visto un uomo trascinare proprio una valigia e gettarla fra gli scogli, uno dei due è giornalista amico dell’ispettore Carmelo Spanò e lo avvisa. I poliziotti entrano in casa, ci sono macchie di sangue, poi trovano vuota la valigia con analoga macchia: che accidenti è successo? La medica oftalmologa Cristina Cassar Scalia (Noto, 1977) fa bene a insistere col giallo, La logica della lampara è il secondo bel romanzo della serie.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

2 thoughts on “La logica della lampara (Le brevi di Valerio 319)

  1. Pingback: Premio Scerbanenco: la preselezione | The Blog Around the Corner

  2. Pingback: Premio Scerbanenco: i finalisti | The Blog Around the Corner

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.