Gli invisibili (Le brevi di Valerio 324)

Valerio Varesi
Gli invisibili
Mondadori Milano, 2019
Noir

Parma, di questi sovrani tempi. Quel cadavere senza identità (maschio di corporatura robusta, incarnato bianco, sui cinquant’anni) giaceva dentro una cella frigorifera da oltre tre anni e nessuno l’aveva mai reclamato. La legge diceva che ora gli avrebbero dovuto affibbiare una sigla e seppellirlo. Soneri si fa portare il dossier: era stato ripescato vicino alla foce dell’Enza sulla sponda emiliana, aveva indagato abbastanza a fondo l’ispettore Carradori poi trasferitosi a Treviso, ferite e contusioni lasciavano aperte tutte le strade (omicidio, suicidio, incidente). Il questore lo invita a chiudere il caso, lui si prende qualche giorno e ripercorre le nebbiose stazioni sul Po. Il piantone fa confusione e pensa che stia cercando un ragazzo sardo scomparso, col quale comunque parla. Soneri s’appassiona a entrambe le storie, sono Gli invisibili, chi diventa clandestino, senza o con intenzione. Splendido nuovo romanzo per il giornalista Valerio Varesi, contro cinismo e indifferenza.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.