La Debicke e… Una ragazza affidabile

Una ragazza affidabile
di Silena Santoni
Giunti, 2018

L’eredità di una zia e, quindi una firma da mettere dal notaio, costringono Agnese a tornare a Firenze, la città in cui è nata e cresciuta e da cui si è allontanata, praticamente una fuga, ben trentacinque anni prima. Non le piace farlo, non vuole rivivere il passato e, per fortuna, ha previsto di fermarsi solo un paio di giorni. Alla stazione di Firenze l’aspetta Micaela, la sessantenne sorella maggiore di tre anni, sorella con la quale ha pochi e sporadici rapporti e che non vede da un secolo. Micaela conosce a fatica la famiglia di Agnese fatta di un bravo marito, medico benestante e due figlie in vacanza insieme, maggiorenni e allevate nel benessere. Agnese vive ad Ancona, ha un lavoro legale di buon livello per la Regione e ha seguito un percorso di vita tranquillo e sicuro, completamente diverso da quello sciatto e disordinato fatto da Micaela, sola, una tempo anima ribelle delle lotte studentesche con poca voglia di studiare, oggi senza un’occupazione fissa e sempre contestataria per vocazione. Agnese ritrova Micaela come la ricordava, forse più patetica: una vecchia hippie, grigia e un po’ sciatta, che si arrangia a sbarcare il lunario vendendo pseudo anticaglie ai mercatini. Tra loro è subito attrito. Ognuna delle due rimprovera all’altra le diverse scelte fatte e il diverso modo di vivere. Ma attraverso il rinnovato confronto/scontro tra loro, Agnese, ansiosa e fondamentalmente insicura, si troverà riproiettata in un penoso viaggio nei ricordi buoni e cattivi del comune passato sullo sfondo dell’Italia degli anni Sessanta e Settanta. La sua mente è costretta a ripercorrere l’infanzia, la giovinezza, il suo indefesso studiare, l’insopprimibile angoscia dell’obesità, la cottarella da bambina per il cugino Sergio che si trasforma in amore e soprattutto il difficile rapporto di amore e odio con la sorella, che si è nutrito di quell’invidia, mai ammessa del tutto, per lei, Micaela, esuberante, sfrontata, sempre pronta a cavalcare con incoscienza la contestazione e immedesimarsi nelle lotte e nell’impegno politico del suo tempo. Attraverso la voce narrante di Agnese, in un crescendo di rivelazioni, viviamo i suoi pensieri, i suoi desideri traditi e l’incosciente crudeltà celata nel suo io.
Una ragazza affidabile si nasconde dietro le artefatte sembianze di un romanzo familiare su un tema narrativo molto classico che tratta del frequente contrasto tra sorelle di carattere opposto – una tranquilla e rispettosa, l’altra esibizionista e indisciplinata – e si conclude con la resa dei conti dopo anni di incomprensioni e di silenzi. E invece, pian piano ma ineluttabilmente, la storia gira, si trasforma in qualcosa di diverso, più complesso e inquietante, in un’indagine che va oltre gli schemi, scavando in quei solchi che l’incertezza e il rancore riescono a creare nella coscienza. E mentre quel qualcosa finirà con riportare Agnese al momento più doloroso che ha segnato la sua vita, una nuova preoccupazione la riempie d’ansia: non ricevere notizie della figlie in vacanza lontane.
Parallelamente agli avvenimenti faticosamente ripercorsi dall’io narrante della protagonista, l’autrice introduce improvvisi sprazzi colmi di suspense che ritraggono due ragazze immerse e costrette nel preciso flash back di in un terzo piano temporale. In una stazione di polizia, sotto il lattiginoso cielo di Bolzano foriero di neve, un commissario interroga due sorelle su un incidente sciistico: una drammatica vicenda dai contorni ancora da chiarire… Una ragazza affidabile è un romanzo fatto di conflitti, di memorie, in cui la verità si fa largo quasi inattesa, soave ma implacabile, concretizzandosi nelle ultime pagine. Un dura e crudele verità che in qualche modo riesce consolarsi solo con l’assurda incoscienza dell’assoluzione.
Silena Santoni è nata e vive a Firenze. Per molti anni ha insegnato Lettere nelle scuole medie e superiori. Ha frequentato una scuola triennale di recitazione e un corso annuale di sceneggiatura teatrale e scrive brani e adattamenti teatrali per la compagnia Katapult nella quale recita. Una ragazza affidabile è il suo primo romanzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.