Le gialle di Valerio/15: Robecchi

dove sei stanotteDove sei stanotte
Alessandro Robecchi
Sellerio 2015
Giallo

Milano (Corvetto soprattutto). Maggio 2014. Il benestante incensurato portatore sano di guai Carlo Monterossi ha ideato il programma e prosegue la porcheria “Crazy Love” della Grande Tivù Commerciale, gran successo per rovistare fra il gossip della gente non famosa, “anche questo fa fare l’amore”, presentato dalla regina nazional-popolare trash Flora De Pisis. Compie gli anni e invita nella sua bella casa di tutto e di più. Capita alla festa anche uno strano giapponese che dorme lì con un grande bernoccolo. Dopo qualche peripezia, Carlo trova l’architetto 36enne Hideki Watabane morto nel bagagliaio dell’auto in garage, la propria casa rovistata e disastrata, la polizia curiosa. Fugge travestito da biondo con occhiali (e solita alta faccia da schiaffi), si nasconde da simpatici peruviani, che ascoltano l’Orquesta di Willie Colón. Continuano a succederne di tutti i colori, un giorno appare anche Marìa, stupenda ambrata clandestina ecuadoregna con occhi marroni e capelli caramello. Ed è tutta un’altra storia.

La copertina fa riferimento a emozioni musicali, il titolo a una canzone e a un verso di Bob Dylan, l’autore e il suo protagonista ne sono innamorati. Ce lo ricordano e illustrano a ogni nuovo romanzo o racconto, che nel frattempo migliorano sempre. Il protagonista ha validi comprimari, anche nel campo poliziesco e/o criminale, tutti raccontati in terza persona varia, con brevi esclamazioni in prima. L’acuto divertente giornalista e autore 55enne Alessandro Robecchi è nell’eccelsa squadra televisiva dell’ottimo Crozza, qui affina con equilibrio e intelligenza la professione di ironico romanziere noir. Si bevono Oban e rum, si mangiano ceviche e carapulcra, wow! Aleggia la dura realtà dell’Expo 2015, già raccontata nei molteplici valori e limiti, perfetto per il semestre che ci accingiamo a vivere. E davvero ci vorrebbero architetti democratici capaci di occuparsi dell’urbanistica della repressione e di trovare un sosia di Haru Harada! Stanotte sarei altrove!

(Articolo di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.