Le brevi di Valerio/102: Camilleri

la-cappella-di-famiglia-e-altre-storie-di-vigataAutore Andrea Camilleri
Titolo La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta
Editore Sellerio
Anno 2016
Pagine 321
Prezzo 14 euro

Vigàta. 1862-1950. Chiariamolo, Vigàta si legge ma non si visita. È una città immaginaria siciliana, ispirata a Porto Empedocle (per il solo nome anche alla vicina Licata) nell’altrettanto immaginaria provincia di Montelusa (Agrigento), in cui sono ambientate le indagini del commissario Salvo Montalbano e altri romanzi o racconti storici di Andrea Camilleri, che in quel territorio nacque e si istruì.
Gli otto deliziosi racconti raccolti in La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta sono stati scritti negli ultimi quindici anni, un paio già pubblicati in allegato alla rivista “Stilos” nel 2010, con il solito linguaggio inventato e mutevole e frequenti richiami a Pirandello (nelle cui novelle Agrigento talora diventava Montelusa). Il non uso dei toponimi reali ha varie motivazioni, una riguarda i crimini: Porto Empedocle ha diciottomila abitanti e “non può sostenere un numero eccessivo di delitti, manco fosse Chicago ai tempi del proibizionismo”. Eventi strani tanti, però!

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.