A ruota (gialla) libera – Le lunghine di Fabio Lotti

Così, come mi frulla per la testa. Spunti di lettura, scrittori, sensazioni, emozioni, satirette per sorridere insieme…

(Photo credit: l’immagine a sx è tratta da qui)

Diamo uno sguardo veloce a qualche libro della mogliera spiluzzicando in qua e là…
Lo splendore della vita di Sveva Casati Modigliani, Edizione speciale Pickwick 2019.
Praticamente il continuo di Disperatamente Giulia (mi sono informato). Protagonista principale proprio Giulia de Blasco, scrittrice di successo che ha dovuto lottare contro il cancro. Vive con il chirurgo Ermes Corsini e deve ancora tribolare per i problemi che continuamente suscita il figlio Giorgio (le confessa che fuma hashish). Occhio che arriva anche l’affascinante finanziere Franco Vassalli (un classico). Un bel po’ di buio e una luce in fondo al tunnel.

Il segreto della bambina della scogliera di Lucinda Riley, Giunti 2017.
Qui, mi dispiace, ma sfrutto un pezzo già scritto “Dopo un aborto che le ha spezzato il cuore, Grania Ryan lascia New York e la sua carriera di scultrice per tornare nel villaggio irlandese in cui è cresciuta. Un giorno, in mezzo alla tempesta, sulla scogliera a picco sul mare dove è solita fare lunghe passeggiate, scorge Aurora, una bimba orfana di madre da cui è subito attratta in modo misterioso. Ma quando la madre di Grania, nonostante i suoi numerosi ammonimenti, si accorge che la figlia si sta affezionando ad Aurora e al padre di lei, le consegna un plico di lettere gelosamente custodite negli anni. In quelle lettere è contenuta la storia dei Ryan e dei Lisle, due famiglie legate fin dai tempi della guerra e sui cui destini si stendono ombre oscure. Sarà proprio la piccola Aurora e la devozione che Grania prova per lei a spezzare le catene del passato”. Il personaggio principale su cui ruota il romanzo sembra proprio la bambina che parla di sé all’inizio di ogni capitolo.

La figlia del mercante di seta di Dinah Jefferies, Newton Compton 2017.
Indocina francese 1952. Per non farla lunga la storia di due sorelle nate da un matrimonio tra un uomo francese e una donna vietnamita. Ovvero lo scontro tra due civiltà diverse durante un momento di odio, guerra e morte. La guerra, dicevo, la colonizzazione e la ribellione, il passato che ritorna e l’amore che può portare una luce nel buio degli animi (meno male).

Spiluzzichiamo, invece, sui miei interessi. Per chi ama le detective lady ecco Il giallo di villa Ravelli di Alessandra Carnevali, Newton Compton 2017.
Il commissario Adalgisa Calligaris a Rivorosso. Intanto non è bella (diciamo pure bruttina) ma intelligente (meglio di bella e scema). E ironica. Deve vedersela con l’uccisione, per un colpo di pistola, di Silvia Ravelli trovata dalla sorella Antonia nel salotto della sua villa. Ma della pistola nada de nada, i morti ammazzati aumentano, così come i sospettati, a partire dalla sorella stessa. Tra un italiano frizzante e momenti di dialetto umbro vengono messi a nudo certe problematiche sociali come la ludopatia e l’usura. Classica riunione finale questa volta al commissariato.

Un personaggio difficilmente dimenticabile è la detective Kim Stone di Linea di sangue di Angela Marson, Newton Compton 2019. Come già sottolineato da più parti una donna forte, granitica, testarda, anticonformista, istintiva nel parlare e nell’agire. All’esterno. All’interno, invece, piuttosto fragile con un passato doloroso alle spalle. Il che la rende ancor più interessante per il lettore (anche se ormai il passato doloroso alle spalle è diventato un cliché). Qui deve indagare su numerose morti misteriose dove all’assassino basta un colpo di coltello per uccidere. Morti misteriose che non sembrano avere nessun rapporto l’una con l’altra. Né il sesso né la condizione sociale. E nemmeno l’età che fra le vittime c’è pure un bambino. Ma non sarà l’assassino il solo nemico da combattere. Kim se la dovrà vedere con un vecchio nemico: la psicologa Alexandra Thorne…

In Ultimo tango all’Ortica di Rosa Teruzzi, Sonzogno 2019, se ne possono trovare ben due di “detective”, questa volta davvero particolari. Ovvero la fioraia Libera e la madre Iole che dovranno beccare l’assassino di un giovane fuori della balera dell’Ortica dove ballava un tango la bella Katy che alla fine scappa via. E l’ucciso, guarda caso, è proprio di un suo ex… Per la polizia il colpevole, chiaro e lampante, è il maggiordomo di una signora di alto rango. Ma la suddetta signora, non convinta, si rivolgerà proprio al duo dei fiori (diciamo così) per risolvere il caso. Ovvero si metterà nelle mani di una sentimentale e di una hippie in una Milano ricca di musica, di balli e… di segreti.

Chi desidera un noir dai toni decisamente forti si butti su L’isola delle anime di Piergiorgio Pulixi, Rizzoli 2019, dove si possono trovare due donne, ovvero due ispettrici davvero interessanti della questura di Cagliari: Mara Rais ed Eva Croce. Naturalmente ben diverse l’una dall’altra per rendere più frizzante il loro rapporto. Irruenta la prima, più riservata la seconda. Entrambe, però, “incasinate” e spedite in archivio dal loro capo Farci per risolvere dei classici cold case, delitti insoluti di due ragazze non identificate negli anni 1975 e 1986, dopo che è scomparsa un’altra ragazza. L’altro aspetto del libro riguarda il culto della Dea Madre ancora vivo in Barbagia. E il killer ritorna a colpire in una società dove il vecchio si scontra con il nuovo…

Infine per chi ama il giallo classico ecco pronto L’eredità di Mrs Westaway di Ruth Ware, Corbaccio 2019.
Ci sono tutti gli ingredienti per un ritorno ai tempi d’oro degli anni Trenta: una grande tenuta isolata “La Fattoria delle gazze” nella campagna di Cornovaglia; una vecchia signora che lascia un cospicuo testamento; una famiglia che nasconde terribili segreti; una governante scorbutica che sembra sapere tutto; una nipote che non è una nipote (giuro) chiamata per la lettura del testamento; la neve che blocca inesorabilmente ogni uscita. Mistero, pericolo, paura e molti colpi di scena. Proprio un classico…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.