La gabbia di vetro (Le brevi di Valerio 353)

Colin Wilson
La gabbia di vetro
Carbonio Milano, 2018 (prima edizione italiana, orig. The Glass Cage, 1966)
Traduzione di Nicola Manuppelli
Mystery

Lake District e Londra. Febbraio 1963 – aprile 1964. Un serial killer ha già ucciso nove volte, squartando le sue vittime e lasciando sulla scena un segno di cui la polizia non si accorge subito: versi del poeta mistico William Blake. Così un giorno il sergente Lund va a cercare il più grande esperto inglese di Blake, il 35enne Damon Reade, che vive solo, spesso in compagnia di capre, e accetta di andare nella capitale per un’indagine macabra e avvincente.
Il grande saggista e scrittore inglese Colin Wilson (Leicester 1931 – St. Austell, Cornovaglia,  2013) fu personalità poliedrica e complicata. Divenne molto noto fra gli intellettuali europei nel 1956, a nemmeno 25 anni, con un audace saggio d’esordio su alcuni grandi “particolari” artisti della letteratura (e della pittura), The Outsider. Poi scrisse di tutto e di più, fiction e non fiction, all’inizio molti mystery di vario “genere” (e sul genere aveva interessanti peculiari opinioni), anche La gabbia di vetro è bizzarro e acuto.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.