Le brevi di Valerio/115: Boltanski

Autore Christophe Boltanski
Titolo Il nascondiglio
Editore Sellerio
Traduzione di Marina Di Leo
Anno 2017

Parigi, rue de Grenelle (settimo). Il giornalista (anche corrispondente di guerra) Christophe Boltanski (1962) racconta in prima persona la storia della famiglia ebrea Boltanski, un bel romanzo d’esordio, misto di ricordi interviste inventari ricostruzioni, vincitore nel 2015 del Prix Fémina, lo storico premio letterario assegnato ogni anno da una giuria esclusivamente al femminile. In Francia arrivò il bisnonno da Odessa nel 1895, divenne operaio, sposò un’infermiera, unico figlio Etienne, medico, che durante la Seconda guerra mondiale per due anni sfuggì alla deportazione nascondendosi in un minuscolo incastro fra le mura della piccola casa, protagonista della narrazione: il cortile con la Cinquecento, la cucina, l’ufficio, il bagno, le camere, ecco Il nascondiglio, contesto di eccentriche creative personalità intellettuali.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.