La Debicke e… Nella pancia del mostro

Nella pancia del mostro
di Dario Villasanta
Lettere Animate Editore, 2016

Il nuovo romanzo di Dario Villasanta è il seguito ideale di Angeli e folli.
In Nella pancia del mostro un uomo, uno sconosciuto, si sveglia costretto in un letto di contenzione di una cella d’isolamento dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Castiglione delle Stiviere. Riconosce il posto, sa che non è la prima volta, ma ora… perché? È solo, di nuovo prigioniero e indossa appena una maglietta e delle mutande. La finestra che vede girandosi ha le sbarre. Una nuova maledetta condanna dunque.
Bentornato nell’inferno dell’OPG?
Domenico, intermediario immobiliare e Giulia, ex prostituta diventata una brava fotografa, da troppo poco affrancati da un passato ai limiti della legalità, apprendono dai giornali la notizia della decisione del tribunale di obbligare quell’uomo a tre anni di misure di sicurezza. Sono sicuri entrambi che si tratti di Dax, l’ambiguo benefattore e amico che in un’estate, che ha ribaltato le loro vite, li ha tirati fuori dal fango, con mezzi legali e non, imboccando se necessario scomode scorciatoie.
Tra i vani tentativi di riuscire a prendere contatto con quel misterioso internato per scoprirne l’identità e forse tirarlo fuori, e l’angoscia dei due protagonisti che devono ancora metabolizzare gli sbagli del passato, il romanzo di Villasanta narra e spiega la crudele e attuale realtà italiana degli OPG, i vecchi manicomi criminali e ci coinvolge, mettendoci di fronte a una forte e necessaria denuncia sociale.
Sul palcoscenico, dentro e fuori quella scellerata struttura sanitaria, si avvicenda sulla scena una squadra di personaggi minori, avviluppati anche loro nella condanna di una personale disperazione. Personaggi, o meglio persone, che non lasciano indifferenti e che vanno a rapportarsi con Domenico e Giulia.
Una storia che pare incredibile, ma che invece è ispirata da fatti realmente accaduti. L’Italia è una nazione che troppo spesso dimentica i vecchi nelle case di cura, i tossicodipendenti nei Sert, i propri figli nelle profonde periferie, i pazzi nei manicomi e molti detenuti negli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Nella pancia del mostro descrive un viaggio in questo abbandono. Che narra del male degli uomini sugli uomini.
Dario Villasanta, scrittore, è un uomo con un passato non proprio edificante che ha alternato, secondo le dichiarazioni rilasciate in un’intervista, a momenti di vita decisamente più sobri e tranquilli. Però è anche qualcuno che ha voluto ripartire, provare a cambiare e ha ricominciato scrivendo.
Il suo lavoro l’ha ripagato, almeno in parte.
Oggi è blogger e organizzatore di eventi letterari, ha ricevuto un prestigioso premio speciale al Premio Internazionale Città di Cattolica 2015 per il suo ‘romanzo di strada’ Angeli e folli, appena riproposto da Lettere Animate con il titolo Il Prezzo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.