La Debicke e… Le incredibili curiosità di Genova

Laura Guglielmi
Le incredibili curiosità di Genova
Newton Compton, 2019

Ottanta storie per raccontare Genova. Laura Guglielmi ci regala, con questo singolare saggio aneddotico, un colto riassunto su più di mille anni di storia di Genova la Superba. Insomma Le incredibili curiosità di Genova, con la raffinata prefazione di Bruno Morchio, frutto del brio e della bravura di Laura Guglielmi, giornalista, scrittrice e grande conoscitrice della città, è un perfetto compendio di cultura e notizie particolari. L’immagine d’apertura, il testo è illustrato, è stata scattata al tramonto a Castelletto, in quelle giornate in cui il calar del sole incendia le case, ma Le incredibili curiosità di Genova sono un volo su più di mille anni di storia e raccontano, tra l’altro, le imprese medioevali di Guglielmo Embriaco in Terra Santa e la famosa e perfida congiura dei Fieschi – valida dimostrazione che nel farsi guerra gli uni contro gli altri armati i genovesi sono secondi solo ai fiorentini. Ma come dimenticare il sasso rivoluzionario di Balilla e la rivolta antiaustriaca del 1746, gli impetuosi venti del Risorgimento con il vivido ruolo di Mazzini, nonché la grande lotta partigiana? Un racconto a largo spettro, senza veli e che non si tira indietro se c’è qualcosa da criticare. E però si deve riconoscere che, nonostante gli errori, le guerre intestine e i continui alti e bassi, la Superba era diventata così ricca e potente, da essere considerata in alcuni momenti storici persino più strategica di Inghilterra, Spagna o Francia. Una città dal respiro millenario che ha saputo disseminare la sua cultura prima ovunque nel Mediterraneo, spingendosi gloriosamente fino al Mar Nero. Poi, con la scoperta delle Americhe, onore e vanto di Cristoforo Colombo – forse savonese di nascita, secondo Agostino Monti e il suo Mem. di Savona del 1492, ma sicuramente acclamato dai posteri come genovese – al di là dell’oceano. Se immaginiamo la penisola italica come un gigante un po’ sgraziato, sdraiato nel Mediterraneo con le testa appoggiata sulle Alpi verso la Svizzera, le braccia aperte a toccare Francia e Slovenia, e le gambette (Calabria e Puglia) a mollo verso la Tunisia e l’Albania, si potrebbe affermare che Genova è adagiata nel cavo dell’ascella ad ovest (nell’altro, a est, c’è Trieste). Un’ascella prepotente, ricchissima ma parca nello spendere, crudele, dominatrice e spesso invitta. Ma non basta perché Genova, oltre alla sua fama di possente città marinara, è stata per centinaia di anni meta e ambita residenza dei migliori ingegni internazionali che hanno segnata la città con le loro tante importanti testimonianze. E non dimentichiamo lo straordinario sapore dei suoi cibi, a cominciare dal mitico pesto, passando dalla farinata, fino all’inconfondibile e delicato gusto della cima alla genovese. E che dire poi dei tanti cantautori e comici genovesi… Uno tra loro ha addirittura inventato un partito. Uno sguardo ampio e curioso quello di Laura Guglielmi che si allarga anche al Golfo del Tigullio e agli irti monti che la cingono. Tra i fatti più sconosciuti citati nel narrare: il Mar Nero nel Trecento era chiamato addirittura Lago Genovese per le tante colonie mercantili stanziali della Superba e la Lanterna, la torre di 77 metri – 117 metri, sommando lo scoglio su cui è eretta – vero simbolo della città è stata costruita nel medioevo ed è il faro più alto del Mediterraneo. Poi, con una vivace e veloce carrellata e un salto nel tempo, troviamo persino personaggi e luoghi protagonisti della seconda metà del Novecento.
Qualcuna delle curiosità inserite nel libro. Sapete per esempio che:
– i genovesi hanno venduto san Giorgio e il suo drago agli inglesi
– il veneziano Marco Polo scrisse Il milione nelle prigioni genovesi
– Galata era la colonia genovese di Istanbul e l’impero commerciale della repubblica
– Andrea Doria trattava con il corsaro Dragut
– il gioco del lotto è nato a Genova e risale proprio all’ammiraglio Andrea Doria
– i palazzi dei Rolli, patrimonio dell’UNESCO, furono il simbolo dell’ospitalità genovese
– i jeans sono nati a Genova
– alcuni importanti pittori come Rubens e Van Dyck trovarono uno stuolo di committenti per le loro opere proprio a Genova
– la Duchessa di Galliera ebbe una storia familiare molto triste
– Oscar Wilde, nonostante la sua dichiarata omosessualità, era sposato e sua moglie è sepolta al cimitero di Staglieno
– Eugenio Montale, il genovese che vinse il Nobel, era un ragioniere.
– nel 1941 una bomba cadde senza esplodere nella cattedrale di san Lorenzo
– il 25 aprile 1945 Genova si liberò da sola
– un film francese intitolato Le Mura di Malapaga vinse l’Oscar
– lo straordinario mondo dei camalli non esiste più.
Insomma una guida speciale, in cui sfiziosi itinerari si mischiano a vicissitudini internazionali, al cibo, ai luoghi, attraverso un lungo e articolato percorso che dalla storia ci porta alla geografia e alla toponomastica. Si viaggia vorticosamente nel tempo e nello spazio lasciandosi guidare dai nomi dei protagonisti delle ottanta storie di cui si compone l’opera.

Laura Guglielmi è nata a Sanremo ma vive a Genova, dopo aver trascorso alcuni anni a Roma e a Londra. Ha lavorato per le pagine culturali de «Il Secolo XIX» e per diciassette anni ha diretto il web magazine MenteLocale. Inoltre ha collaborato con Radiorai, «D di Repubblica» e «Tuttolibri – La Stampa». Ora è direttore artistico di un Festival letterario, docente universitaria e cura il blog lauraguglielmi.it. Ha curato una mostra su Italo Calvino e il suo paesaggio originario, che è approdata anche alla New York University. Suoi racconti sono usciti su antologie e riviste. La Newton Compton ha pubblicato Le incredibili curiosità di Genova.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.