Le transizioni (Le brevi di Valerio 359)

Pajtim Statovci
Le transizioni
Sellerio Palermo, 2020 (originale 2016)
Traduzione (dal finlandese) di Nicola Rainò
Romanzo

Tirana, Roma, Madrid, New York, Helsinki, Durazzo. 1990-2003. Bujar è un bell’albanese povero che perde il padre da bambino. Con l’arrivo dell’adolescenza, non sa se rimanere maschio o diventare femmina, alternando opzioni e propositi. Tenta il suicidio. Ne parla con l’amico omosessuale Agim, se la prendono con le politiche nazionaliste di Tirana e le convenzionali imposizioni sociali, scappano da clandestini attraverso l’Adriatico. Cammina come il padre, si muove come la madre. Lo troviamo 22enne a Roma nel 1998 a narrare passato (1990-1992), presente ed evoluzione della sua vita. Alla fine sceglie la Finlandia, affascinando sempre, da donna uomini, da uomo donne, di ogni età e condizione. Uno splendido romanzo sull’identità, Le transizioni, passaggi di genere, pelle, nome, nazionalità per il colto giovanissimo autore, già osannato e premiato ovunque, Pajtim Statovci (Kosovo, 1990), cresciuto a Helsinki dove si trasferì la famiglia (in fuga dalla guerra) quando lui aveva due anni.

(Recensione di Valerio Calzolaio)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.