Gli insospettabili – Sarah Savioli

Sarah Savioli
Gli insospettabili
Feltrinelli, 2020
Recensione di Patrizia Debicke

Come vi sentireste se, di botto, vi trovaste trasformata in una specie di essere paranormale? È proprio quel che capita alla povera Anna Melissari, la quarantina, moglie felice di Alessandro e madre appagata e fiera del quattrenne Luca, padrona di un gatto e di un ficus…
Una miracolosa dote o un incubo? Oddio, all’inizio ha fatto fatica a digerirlo: se l’è tenuto per sé e si è precipitata dal dottore parlando solo di leggero offuscamento della vista. Dai controlli salta fuori che Anna, per colpa di un minuscolo edema cerebrale (rotturina di una vena in un posto inutilizzato del cervello, secondo la scienza), riesce a parlare con gli animali… e con le piante. Insomma, comunica con disinvoltura con tutte le forme di vita del pianeta.
Una maledetta confusione, a pensarci bene, ma anche un’eccezionale capacità che, oltre a regalarle un altro sguardo sul mondo che la circonda, le offre un insolito lavoro. Questa sua dote, infatti, l’ha fatta diventare l’indispensabile collaboratrice della squadra dell’Agenzia investigativa privata Cantoni.
La più stravagante squadra di investigazioni mai esistita, formata dal serioso investigatore Giovanni Cantoni, con cui si confronta e litiga in continuazione, da quell’omone di Tonino, cuor d’oro e campano verace, e dall’immenso ma simpatico alano arlecchino Otto che, amando troppo i dolci, ne sparge profumate conseguenze…
Come funziona la loro collaborazione? Ecco: mentre, sul teatro del delitto, Cantoni e Tonino interrogano pazientemente parenti e vicini di casa, Anna di nascosto comincia a parlare con il cane della dirimpettaia, fa domande alle piante dei giardini, agli uccelletti in gabbia e sui rami, conversa di nascosto con i piccioni.
Nell’indagine in corso, commissionata dalla madre di Armando, trentaquattrenne ex tossicodipendente “precipitato” dal quarto piano della palazzina in cui viveva, un suicidio secondo la polizia, Anna cerca un possibile diverso movente grazie alle notizie che riesce a raggranellare dai suoi segreti confidenti.
Logicamente l’ambiente della droga sarà il punto di partenza di un’indagine che si dirama subdolamente in varie piste. Piste che portano fuori strada, ingannano. E poi bisogna tenere presente che sono finiti i tempi d’oro dell’agenzia Cantoni, bisognerebbe anche dedicarsi ad altro, cercare di far quadrare i conti…
Anna, imbranata, pasticciona, sempre in ritardo, ma dotata di grande empatia verso il prossimo, per conto suo dovrà fronteggiare inattese confessioni e conversazioni con i più diversi animali: impagabili le discussioni con le tartarughine smemorate e i ciuchi rivoluzionari, Marat e Robespierre, sul senso del vivere. E non basta, perché dovrà sbrigarsela con guerriglie domestiche causate dai dispetti del suo perfido ospite criceto, con un figlio di quattro anni sereno, saggio ma che la intriga con le sue domande e con una sorella imprigionata in una perenne crisi sentimentale. Ciò nondimeno niente e nessuno potrà fermarla se si crede sulla giusta strada. E allora via!
Azzeccato esordio di Sarah Savioli con la gradevole ma acuta leggerezza de Gli insospettabili, un giallo con i fiocchi, prima indagine di Anna Melissari, una delle investigatrici più strambe e divertenti della commedia gialla nostrana.

Sarah Savioli nasce nel 1974 in Sardegna. Laureatasi a Parma in Scienze naturali, consegue un master in Scienze forensi e uno in Chimica analitica e svolge per più di dieci anni attività di perito tecnico-scientifico forense, prima in collaborazione con il dipartimento di Fisica dell’Università di Parma e con il RIS dei Carabinieri, poi in libera professione. Lasciato il lavoro per motivi personali, ha riscoperto la scrittura, arrivando per due volte finalista nel concorso “Romanzi in cerca d’autore” indetto da Kobo e Mondadori.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.