L’enigma del fante di cuori – Patrizia Debicke e Alessandra Ruspoli

Patrizia Debicke e Alessandra Ruspoli
L’enigma del fante di cuori
Delos Digital, 2020
Recensione di Roberto Mistretta

L’enigma del fante di cuori (Delos Digital) è il nuovo, avventuroso thriller storico firmato a quattro mani da Patrizia Debicke e Alessandra Ruspoli.
Le due autrici, madre e figlia alla loro prima prova insieme, danno vita a un avventuroso e coinvolgente feuilleton ambientato nel XVIII secolo, ricco di intrighi, cospirazioni e omicidi efferati da risolvere come nei migliori gialli che si rispettino.
La salute della regina Anna di Stuart peggiora di anno in anno. Diventata sovrana di Inghilterra, Scozia e Irlanda a trentasette anni, nel 1702, cinque anni dopo, quando il regno di Inghilterra e di Scozia si uniscono in un solo Stato, diventa la prima sovra del nuovo Regno di Gran Bretagna. Alla sua morte, avvenuta nel 1714, si combattono guerre intestine per la successione. Il parlamento inglese è diviso tra due partiti: i Tories, più propensi a volere uno Stuart sul trono e i Whigs, d’idee più liberali. Ma il re inglese “deve” essere un protestante e il pretendente Giacomo Stuart rifiuta di rinunciare alla fede cattolica. Sale al trono Giorgio di Hannover, erede protestante, ma la lotta si fa più aspra e gli sconfitti dell’altro pretendente non si danno per vinti.
Ad orchestrare le trame dei complotti tra i Tories spiccano quattro uomini sotto il nome di battaglia: i Fanti. Il duca di Oxford è il Fante di quadri, il duca di Bolingbroke il Fante di fiori, ma i pilastri della congiura sono i due Fanti segreti: quello di picche e quello di cuori. Contro di loro si staglia la figura di Francis Dunn, Lord Donagall, consigliere di re Giorgio e capo della Sicurezza.
Lord Donagall viene avvicinato a teatro dall’abbé Dubois, consigliere del duca d’Orleans, nipote di Luigi XIV. Dubois gli riferisce per conto del conte de Beauvilliers, capo dei servizi d’informazione del Maresciallo Villars, quanto ha scoperto sulla cospirazione dei Fanti e insieme riusciranno a sventare la congiura internazionale, appoggiata dalla Spagna, che mira a spodestare il nuovo sovrano d’Inghilterra e a eliminare il duca di Orleans, suo alleato.
Il Fante di cuori tesse la sua trama e semina nella notte cadaveri sul suo cammino, ma tra spie e segreti, omicidi e ricatti, amori e tradimenti, Lord Donagall individuerà e metterà fuori combattimento, uno dopo l’altro, i tre fanti. Ma il più enigmatico, il più pericoloso riuscirà a sfuggirgli e a tenergli testa sino all’ultima pagina.
Chi è veramente l’architetto di omicidi e cospirazioni che si nasconde dietro il Fante di Cuori?

Patrizia Debicke e Alessandra Ruspoli si rilevano particolarmente abili a tessere una trama avvincente e a scrivere un storia intrigante offrendo al lettore un’accuratissima ricostruzione storica, calandoci perfettamente negli usi e i costumi dell’epoca.
D’altronde Patrizia Debicke è un’esperta del genere, avendo già pubblicato diversi thriller storici come L’oro dei Medici, La gemma del cardinale de’ Medici, L’uomo dagli occhi glauchi (Corbaccio-Tea), i gialli cinquecenteschi La Sentinella del Papa e La congiura di San Domenico (Todaro).
Alessandra Ruspoli, esperta di moda e d’arte, sembra voler seguire le orme della mamma. E, visti i risultati, si può ben dire che buon sangue non mente.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.