Il lago dei misteri – Kimberly Belle

Kimberly Belle
Il lago dei misteri
Newton Compton, 2021
Traduzione di Beatrice Messineo
Recensione di Patrizia Debicke

Charlotte, la protagonista del romanzo, vive a Lake Crosby, cittadina turistica degli Appalachi, e lavorava nel lato più povero e degradato della cittadina, fatto da accampamenti di roulotte, quando ha realizzato il sogno di una vita migliore: da dietro il banco di una caffetteria di una stazione di servizio, ha conquistato il trentasettenne Paul Keller, l’uomo più ricco della zona, e lo ha sposato. Per entrambi il classico colpo di fulmine.
Ma il matrimonio di Charlotte con Paul, recente vedovo, ha provocato dubbi e una miriade di pettegolezzi nella cittadina in riva al lago dove vivono. Paul, più vecchio di Charlotte di undici anni, aveva perso Katherine, la sua prima moglie, tragicamente annegata nel lago sotto il molo di attracco di casa loro, dove aveva l’abitudine di nuotare ogni mattina.
Il fatto che Katherine fosse una campionessa di nuoto aveva fatto apparire per lo meno strana la sua morte, tanto da scatenare le indagini della polizia. Addirittura si sospettava che Paul potesse averla uccisa ma, in mancanza di prove a suo carico, le indagini erano state chiuse e la morte della donna legalmente etichettata come accidentale.
Charlotte si è insediata nella bella villa del marito, sta mettendo a frutto gli anni di studi lavorando dietro la scrivania nello studio di architettura del marito, che possiede una grande impresa di costruzioni, il loro matrimonio funziona, i due sposi sono felici e ora addirittura c’è una sorpresa in arrivo: un bambino, nonostante che le possibilità di averlo, prendendo la pillola, fossero solo dell’1,3 per cento. E, visto che lui le ha chiesto di dargli uno strappo con la barca per tornare a casa, decide di andare subito a cercarlo in città per dargli la bella notizia. Ma in ufficio le spiegano che il marito è uscito per lavoro e anzi le chiedono di consegnargli con urgenza i disegni per il progetto finito di un lussuoso chalet. Charlotte lo cerca invano nei soliti posti da lui frequentati e infine lo vede per strada mentre parla con una bella sconosciuta. Li raggiunge, si rivolge alla donna con un’educata e brevissima presentazione, subito interrotta dal cielo che minaccia un temporale. Temporale di neve che li coglierà puntualmente in mezzo al lago, seguito tuttavia dall’infreddolito ritorno a casa e dalla felicità di Paul per l’annuncio della prossima paternità, condito da festosi brindisi.
La mattina dopo, quando Charlotte si sveglia, Paul si è già alzato. Nonostante il freddo sarà andato a correre come al solito, immagina Charlotte, e ricordando che la sera prima ha dimenticato in barca sia il suo cellulare che i disegni del progetto, si veste e scende al lago per riprenderli. Naturalmente il telefono, dopo una lunga nottata a bordo all’addiaccio, ha la batteria morta, ma il fascicolo non ha subito danni. Dopo averlo recuperato, pronta per risalire a terra, scopre con orrore che il cadavere di una donna galleggia sotto il loro molo, praticamente nello stesso punto in cui, quattro anni prima, era stata ritrovata annegata Katherine.
Quella che all’inizio sembra solo una fatalità, ben presto si trasformerà per Charlotte in un vero incubo. La polizia, subito chiamata da lei stessa, farà tirare il corpo fuori dall’acqua. Paul, ritornato dalla corsa mattutina, quando gli verrà mostrato il corpo affermerà di non conoscere la vittima, mentre Charlotte riconosce subito la giovane donna con la quale lo ha visto parlare la sera prima… Perché ha mentito? Coinvolta nella bugia, anche Charlotte, decisa a salvare il matrimonio e appoggiare il padre del figlio che aspetta, alle domande delle polizia dichiara di non conoscerla.
E quando Paul prepara uno zaino e parte senza dire dove è diretto, supplicandola di mentire per lui, Charlotte si troverà a dover affrontare un’indagine per omicidio senza neppure sapere come comportarsi. Mentre cerca invano di capire cosa sia successo, non le resta che appoggiarsi a Chet, suo fratello minore che ha dovuto allevare, con il solo aiuto dei vicini, da quando aveva sei anni.
Ma, dopo aver atteso invano per giorni il ritorno di Paul, si rende conto che non sa più a cosa credere: al suo cuore, che le dice che suo marito le vuole bene ed è un brav’uomo, o al crescente sospetto che le abbia nascosto un torbido segreto.
Confusa e spaventata, Charlotte finirà col chiedere aiuto a due vecchi amici di Paul: Jax, stravagante drogato considerato dalla gente di Lake Crosby il pazzo locale, e Micah, il ricco e atletico figlio del capo della polizia. E dovrà intuire che c’è un misterioso collante che in qualche modo li lega da sempre. Qualcosa che è successo tanto, ma tanto tempo fa, un mistero che potrebbe coinvolgerli tutti e tre… E magari ricollegarsi a qualcun altro che allora era solo bambino.
A Lake Crosby pare che esistano troppi segreti e bugie. Segreti che, come ragni, ormai hanno invischiato anche Charlotte in un’intricata tela di menzogne. Una tela tuttavia che la protagonista, nella sua coraggiosa ricerca della verità, forse riuscirà a spezzare.

Kimberly Belle è un’autrice dal successo internazionale, tradotta in dodici lingue e diciassette Paesi. I suoi libri sono apparsi nelle classifiche di «USA Today», «Wall Street Journal» e «Globe and Mail». La Newton Compton ha pubblicato Il matrimonio delle bugie, Una madre perfetta, La scomparsa di Sabine Hardison e Il lago dei misteri.

1 Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.